Array
(
    [22972] => Array
        (
            [parent] => Tax
            [childrens] => Array
                (
                    [10829] => Fiscalità finanziaria
                )

        )

)
Tax - Fiscalità finanziaria
18/11/2011

Il principio di neutralità dell’Iva impone agli Stati di trattare in modo uguale prestazioni simili

Commissioners for Her Majesty’s Revenue and Customs c. The Rank Group plc, C 259/10 e C 260/10, sent. 10 novembre 2011
segnalato da: Redazione Diritto Bancario

La Corte di giustizia ha stabilito che il principio della neutralità fiscale deve essere interpretato nel senso che una differenza di trattamento ai fini dell’imposta sul valore aggiunto di due prestazioni di servizi identiche o simili dal punto di vista del consumatore e che soddisfano le medesime esigenze di quest’ultimo è sufficiente a dimostrare una violazione di tale principio. Una violazione siffatta non esige che sia dimostrata anche l’effettiva esistenza di una concorrenza tra i servizi di cui trattasi o una distorsione della concorrenza a causa di tale differenza di trattamento. 

Comments

Inserisci un nuovo commento

CAPTCHA
Questo passaggio serve per prevenire azioni di spam.