Array
(
    [22971] => Array
        (
            [parent] => Società
            [childrens] => Array
                (
                    [10866] => Concorrenza e antitrust
                )

        )

)
Società - Concorrenza e antitrust
15/12/2014

Il regime spagnolo sui servizi offerti da fondi pensione e da assicurazioni di altri stati membri viola gli obblighi UE

Corte di Giustizia UE, Sez. V, 11 dicembre 2014, C-678/11

Con sentenza 11 dicembre 2014, causa C-678/11, la Corte di Giustizia dell’Unione europea ha decretato la violazione, da parte della Spagna, degli obblighi di libera prestazione dei servizi nell’Unione previsti dall’art. 56 TFUE, per quanto riguarda l’adozione delle disposizioni di cui all’articolo 46, lettera c), del regio decreto legislativo 1/2002, con il quale è stato approvato il testo consolidato della legge che disciplina i piani e i fondi pensione (Real Decreto Legislativo 1/2002, por el que se aprueba el texto refundido de la Ley de Regulación de los Planes y Fondos de Pensiones), del 29 novembre 2002, e all’articolo 86, paragrafo 1, del regio decreto legislativo 6/2004, con il quale si approva il testo consolidato della legge sull’organizzazione e sul controllo delle assicurazioni private (Real Decreto Legislativo 6/2004, por el que se aprueba el texto refundido de la Ley de ordenación y supervisión de los seguros privados), del 29 ottobre 2004, in forza delle quali i fondi pensione stabiliti in Stati membri diversi dal Regno di Spagna e che offrono piani pensionistici professionali in tale Stato membro nonché le compagnie di assicurazioni che operano in Spagna in regime di libera prestazione dei servizi sono tenuti a nominare un rappresentante fiscale residente in tale Stato membro.

Comments

Inserisci un nuovo commento

CAPTCHA
Questo passaggio serve per prevenire azioni di spam.