WEBINAR / 27 marzo
I servizi finanziari conclusi a distanza alla luce della Direttiva (UE) 2023/2673
ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro il 13/03

WEBINAR / 27 marzo
I servizi finanziari conclusi a distanza alla luce della Direttiva (UE) 2023/2673
www.dirittobancario.it
Giurisprudenza

Investitore risarcito per l’inadeguatezza dell’investimento in polizze unit linked

2 Dicembre 2011

Tribunale di Parma, 17 novembre 2011

Di cosa si parla in questo articolo

Con l’ordinanza del 17 novembre 2011 il Tribunale di Parma condanna la banca a risarcire all’investitore il danno conseguente alla sottoscrizione di una polizza unit linked.

Fra i diversi aspetti toccati dalla sentenza, si evidenzia il fatto che la banca intermediaria non aveva adempiuto, nella fase precontrattuale prima di concludere il contratto, l’obbligo di assumere dall'investitore le informazioni sulla sua esperienza in materia di investimenti in strumenti finanziari, la sua situazione finanziaria, i suoi obiettivi di investimento, nonché circa la sua propensione al rischio, di cui all’art. 28 del Regolamento Intermediari 11522/98 all’epoca vigente.

Per tale motivo, sottolinea il Tribunale, la banca avrebbe dovuto, prudenzialmente, proporre all'investitore solo strumenti finanziari a basso rischio.

Fra tali strumenti non può considerarsi la polizza esaminata, la quale, prevedendo pacificamente l'investimento in fondi azionari anche di paesi extraeuropei, sommava, al rischio di investimento in azioni, il c.d. rischio valuta.

Di cosa si parla in questo articolo
Gli Atti dei Convegni ed Eventi organizzati da Diritto Bancario raccolti in una banca dati dedicata

WEBINAR / 27 marzo
I servizi finanziari conclusi a distanza alla luce della Direttiva (UE) 2023/2673
ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro il 13/03
Iscriviti alla nostra Newsletter