WEBINAR / 23 febbraio
Il Regolamento DORA sulla resilienza operativa digitale


Impatti per il settore finanziario

ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro il 03/02

WEBINAR / 23 febbraio
Il Regolamento DORA sulla resilienza operativa digitale
www.dirittobancario.it

Centrale Rischi: aggiornato il Manuale della Banca d’Italia

15 Novembre 2021

Banca d’Italia ha pubblicato oggi l’aggiornamento al proprio Manuale per lo scambio delle informazioni con la Centrale dei Rischi.

Il presente documento ha lo scopo di illustrare i dettagli tecnici dello scambio delle informazioni riguardanti la Centrale dei Rischi (C.R.) per quanto riguarda il lato della raccolta.

La rilevazione analitica dei tassi di interesse (TAXIA) sfrutterà le stesse funzionalità descritte nel presente documento e ad esse potrà farsi riferimento con le uniche differenze rappresentate dalla periodicità – che sarà trimestrale – e la denominazione della Survey che sarà AT.

In questo documento sono descritti:

  • le modalità di colloquio con l’interfaccia applicativa per lo scambio dei dati via Internet; ü le modalità per l’autenticazione, la firma e la crittografia dei flussi scambiati;
  • la struttura dei messaggi inoltrati dai segnalanti alla Banca d’Italia;
  • gli strumenti di diagnostica messi a disposizione degli intermediari segnalanti;
  • i controlli in fase di raccolta e la spedizione dei rilievi.

Si riepilogano di seguito le principali innovazioni che caratterizzeranno la nuova infrastruttura:

  • adozione del formato XML per tutti i messaggi e le comunicazioni della Centrale dei rischi; definizione del concetto di “Survey” analogo a quanto previsto per tutte le rilevazioni statistiche (cfr. par. 5.1);
  • adozione del protocollo di colloquio utilizzato in AnaCredit (invio/rettifiche/conferme per quanto riguarda i messaggi; rilievi/solleciti per quanto riguarda le comunicazioni);
  • razionalizzazione degli attuali messaggi e comunicazioni;
  • modifica delle modalità di inoltro delle comunicazioni di rettifica della posizione globale di rischio. Le comunicazioni di rettifica “dirette” (cioè inviate all’intermediario che ha comunicato la posizione parziale corretta), saranno spedite immediatamente; mentre nel caso di più comunicazioni di rettifica “circolari” (cioè inviate agli intermediari interessati alla posizione di rischio rettificata da altro intermediario) riferite a uno stesso soggetto e a una stessa data contabile, sarà spedita la sola comunicazione contenente la posizione globale più aggiornata in un determinato intervallo temporale;
  • servizio di prima informazione: impossibilità di inviare richieste di prima informazione che richiedono l’invio di documentazione (ccdd. messaggi documentati) con conseguente eliminazione delle variabili associate; qualora ciò si renda necessario occorrerà utilizzare i consueti messaggi di segnalazione anagrafica dell’Anagrafe Soggetti per reperire il codice censito del soggetto d’interesse e quindi inviare una richiesta di prima informazione con il codice; gestione esiti dubbi e rilievi su messaggi. I messaggi di prima informazione perverranno con il nuovo formato xml; qualora siano effettuati utilizzando gli attributi anagrafici anche gli eventuali rilievi sugli attributi anagrafici o la comunicazione di “esito dubbio” saranno spediti nel nuovo formato xml; rettifica causale richiesta prima informazione. Verrà prevista una nuova funzionalità che consentirà di poter modificare/annullare la causale indicata in precedenti richieste;
  • la variabile “qualità del credito” – che storicamente contiene sia l’informazione sulla qualità del credito richiesta a partire da giugno 2010 che quella sul “ruolo affidato” richiesta nel modello segnaletico da gennaio 1997 a dicembre 2004 – viene suddivisa in due variabili al fine di accogliere i due diversi attributi informativi; pertanto, le segnalazioni con data contabile compresa tra le date suindicate dovranno contenere la variabile ruolo affidato e non quella sulla qualità del credito.

WEBINAR / 23 febbraio
Il Regolamento DORA sulla resilienza operativa digitale


Impatti per il settore finanziario

ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro il 03/02

WEBINAR / 07 febbraio
Adeguata verifica a distanza: nuove Linee guida EBA
ZOOM MEETING Offerte per iscrizioni entro il 18/01
Iscriviti alla nostra Newsletter