Collegio di Napoli, 28 aprile 2010, n.301

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Servizio di tesoreria
  • Parole chiave: Discrezionalità, Esclusione, Esecuzione dell’incarico, Servizio di tesoreria
  • Estremi della decisione: Collegio di Napoli, 28 aprile 2010, n.301
  • Scarica testo in pdf

L’intermediario affidatario del servizio di tesoreria non ha margini di discrezionalità nello svolgimento dell’incarico ricevuto, nel senso di potere disattendere, quanto all’esecuzione dei pagamenti, le istruzioni impartitegli dall’Ente. Tale possibilità è, infatti, chiaramente esclusa dall’art. 217 del d. lgs. 18 agosto 2000, n. 67 (Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli Enti Locali), il quale impone all’intermediario affidatario di eseguire i pagamenti “secondo le indicazioni fornite dall’ente, con assunzione di responsabilità da parte del tesoriere”.