Collegio di Roma, 12 febbraio 2010, n.44

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Mutuo fondiario
  • Parole chiave: Ammortamento, Mutuo fondiario, Progetto informativo ESIS, Trasparenza
  • Estremi della decisione: Collegio di Roma, 12 febbraio 2010, n.44
  • Scarica testo in pdf

In materia di mutuo fondiario, la banca, in coerenza con l’adesione al Codice di condotta europeo per i mutui casa, è tenuta a consegnare preventivamente il progetto informativo ESIS, vale a dire uno “schema indicativo e riassuntivo del piano di ammortamento” avente le caratteristiche specificate in detto Codice. Appare quindi censurabile il suo comportamento della banca che, nel corso delle trattative, non soddisfi la richiesta del cliente in ordine a tale piano di ammortamento, adducendo “problemi procedurali” riconducibili alla mancata disponibilità di un software in grado di impostare questo tipo di documento.