Collegio di Milano, 25 maggio 2010, n.432

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Arbitro Bancario Finanziario (aspetti procedurali) / Competenza
  • Parole chiave: Arbitro Bancario Finanziario, Fondi, Incompetenza per materia, Servizi di investimento
  • Estremi della decisione: Collegio di Milano, 25 maggio 2010, n.432
  • Scarica testo in pdf

 

L’Arbitro Bancario Finanziario è incompetente a decidere delle domande aventi ad oggetto operazioni in “fondi”, i quali rientrano nell’ambito dei servizi e delle attività di investimento, il quali, ai sensi della Sez. I Par. 4 delle “Disposizioni sui sistemi di risoluzione stragiudiziale delle controversie in materia di operazioni e servizi bancari e finanziari” della Banca d’Italia del 18 giugno 2009, devono ritenersi escluse dalla competenza dello stesso Arbitro.