Collegio di Milano, 13 aprile 2010, n.222

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Finanziamento contro cessione del quinto
  • Parole chiave: Estinzione del rapporto, Finanziamento contro cessione del quinto
  • Estremi della decisione: Collegio di Milano, 13 aprile 2010, n.222
  • Scarica testo in pdf

L’estinzione anticipata del finanziamento dietro cessione del quinto costituisce una facoltà sempre esercitabile da parte del cliente, questo anche in ossequio a quanto espressamente sancito dall’art. 125 comma 2° del D.Lgs. 385/93, secondo cui “le facoltà di adempiere in via anticipata o di recedere dal contratto senza penalità spettano unicamente al consumatore senza possibilità di patto contrario. Se il consumatore esercita la facoltà di adempimento anticipato, ha diritto a un’equa riduzione del costo complessivo del credito, secondo le modalità stabilite dal CICR.”.