Collegio di Napoli, 05 maggio 2010, n.316

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Assegni bancari / Emissione di assegni senza provvista, Estratto conto, Assegni bancari / Protesto
  • Parole chiave: Affidamento del cliente, Assegno bancario, Comportamento tollerante da parte della banca, Conto corrente affidato, Limiti, Protesto
  • Estremi della decisione: Collegio di Napoli, 05 maggio 2010, n.316
  • Scarica testo in pdf

Nel caso in cui il cliente contesti l’illegittimo protesto di un assegno, pur privo di provvista al momento della sua presentazione, lo stesso non può eccepire di aver fatto affidamento su un “comportamento tollerante” della banca consistente nell’addebito dell’assegno su un conto incapiente laddove i “riassunti scalare” degli estratti conto evidenziano utilizzi quasi sempre nei limiti del fido accordato.