Collegio di Milano, 19 maggio 2010, n.385

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Arbitro Bancario Finanziario (aspetti procedurali) / Competenza, Trading on line
  • Parole chiave: Arbitro Bancario Finanziario, Incompetenza per materia, Servizi di investimento
  • Estremi della decisione: Collegio di Milano, 19 maggio 2010, n.385
  • Scarica testo in pdf

Deve ritenersi totalmente estranea alla competenza dell’ABF la doglianza avanzata dal ricorrente che abbia ad oggetto attività di trading on-line, rispetto cui si applica la normativa in tema di servizi d’investimento, posto che tale attività integra un caso in cui il servizio di investimento viene prestato attraverso l’utilizzo della rete internet, impiegato quale canale di contatto per l’esecuzione di servizi di negoziazione per conto terzi e di ricezione e trasmissione di ordini.