Collegio di Napoli, 03 marzo 2010, n.85

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Arbitro Bancario Finanziario (aspetti procedurali) / Competenza, Trading on line
  • Parole chiave: Arbitro Bancario Finanziario, Incompetenza, Servizi di investimento
  • Estremi della decisione: Collegio di Napoli, 03 marzo 2010, n.85
  • Scarica testo in pdf

L'Arbitro Bancario Finanziario è incompetente a decidere sul ricorso avente ad oggetto questioni in materia di trading on line, il quale rappresenta un servizio di investimento analogo a quelli indicati nell’art.1 del T.U.F, che si caratterizza per essere prestato attraverso l’utilizzo della rete internet, che rappresenta il canale di contatto per l’esecuzione di servizi di negoziazione per conto terzi e di ricezione e trasmissione di ordini.