Collegio di Milano, 12 aprile 2010, n.214

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Responsabilità della banca / Diligenza, corretta e buona fede, Ipoteca
  • Parole chiave: Cancellazione, Impossibilità, Ipoteca, Mutuo, Responsabilità della banca, Smarrimento della nota di iscrizione
  • Estremi della decisione: Collegio di Milano, 12 aprile 2010, n.214
  • Scarica testo in pdf

Deve ritenersi gravemente inadempiente ed imprudente il comportamento della banca che, avendo smarrito la relativa nota di iscrizione, nasconda al cliente, con vari pretesti, di non essere in condizione di cancellare l’ipoteca iscritta su suoi beni, tergiversando sui motivi che non le consentano di provvedere al tale adempimento.