Collegio di Milano, 03 dicembre 2010, n.1394

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Bancomat e carte di debito / Clonazione
  • Parole chiave: Bancomat e carte di debito, Clonazione, Onere della prova, Utilizzo fraudolento
  • Estremi della decisione: Collegio di Milano, 03 dicembre 2010, n.1394
  • Scarica testo in pdf

Deve escludersi che l’operazione contestata sia stata effettuata con una carta clonata, ma bensì con l’utilizzo dell’originale della carta e con l’uso del pin relativo alla carta medesima, laddove risulti che il sistema bancomat non abbia riscontrato alcuna discontinuità tra il numero registrato sulla carta e quello presente in archivio, laddove la discontinuità nella sequenzialità dei numeri random sarebbe stata rilevata se l’operazione in oggetto fosse stata realizzata con una carta clonata.