Collegio di Roma, 13 ottobre 2010, n.1084

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Centrale d’Allarme Interbancaria (CAI)
  • Parole chiave: Archivio Centrale d'allarme interbancaria, Carta di credito, Segnalazione, Trasparenza
  • Estremi della decisione: Collegio di Roma, 13 ottobre 2010, n.1084
  • Scarica testo in pdf

 

In caso di iscrizione del titolare della carta di credito nell’archivio CAI avvenuta sebbene la carta fosse stata già disdettata dal cliente, l’intermediario, nel rispetto del fondamentale principio della trasparenza nei rapporti fra banca e cliente, nonché dei principi di diligenza, correttezza e di buona fede contrattuale, che s’impongono alla banca, in considerazione del suo peculiare ruolo e status professionale, in maniera particolarmente intensa e penetrante, deve illustrare la situazione al cliente e spiegargli le ragioni del proprio intendimento di procedere comunque alla revoca dell’autorizzazione all’utilizzo della carta ed alla conseguente iscrizione dei dati del cliente nell’archivio CAI.