Collegio di Roma, 30 settembre 2010, n.1001

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Cambiali, Indicazioni utili a migliorare le relazioni della banca con la clientela
  • Parole chiave: Cambiale, Indicazioni volte a favorire i rapporti fra intermediario e clientela, Protesto, Trasparenza
  • Estremi della decisione: Collegio di Roma, 30 settembre 2010, n.1001
  • Scarica testo in pdf

 

Al fine di migliorare i rapporti fra intermediario e clientela, si evidenzia come le banche, nella prestazione del servizio di incasso e pagamento di effetti cambiari, devono comportino con il maggior grado possibile di trasparenza e di tempestività nei confronti del cliente-creditore cambiario, in modo che questi non debba impegnare tempo e fatica per conoscere quale esito abbiano avuto i suoi titoli (se siano rimasti o meno insoluti).