Collegio di Milano, 23 settembre 2010, n.963

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Responsabilità della banca / Illegittima segnalazione ad una centrale di informazione creditizia, Centrali Rischi Finanziarie Private / Segnalazione illegittima e responsabilità
  • Parole chiave: Carta di credito, Centrale rischi finanziari private, Danno risarcibile, Segnalazione illegittima
  • Estremi della decisione: Collegio di Milano, 23 settembre 2010, n.963
  • Scarica testo in pdf

 

In caso di contestazione da parte del cliente dell’iscrizione, senza preavviso, del proprio nominativo nei sistemi di informazioni creditizie in relazione alla mancata restituzione del credito relativo all’utilizzo di una carta revolving, accertato che il mancato tempestivo rimborso del finanziamento da parte del cliente è da ascrivere unicamente a responsabilità dell’intermediario, e, conseguentemente, accertata l’illegittimità della segnalazione, spetta al cliente il diritto di vedersi riconosciuto il risarcimento tanto (i) del danno rappresentato dai maggiori oneri economici che ha dovuto sostenere per estinguere tardivamente il debito derivante dall’utilizzo della carta, quanto (ii) del danno patrimoniale derivante dall’impossibilità di ottenere l’accesso al credito nelle more della segnalazione del suo nominativo nel SIC.