Collegio di Milano, 02 agosto 2010, n.868

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Arbitro Bancario Finanziario (aspetti procedurali) / Competenza
  • Parole chiave: Arbitro Bancario Finanziario, Centrale dei rischi, Competenza, Errore, Ratione temporis, Segnalazioni
  • Estremi della decisione: Collegio di Milano, 02 agosto 2010, n.868
  • Scarica testo in pdf

 

L'Arbitro Bancario Finanziario è competente a decidere della controversia avente ad oggetto un errore segnaletico in Centrale Rischi che abbia avuto luogo prima del 1.1.2007, termine di riferimento retroattivo per la collocazione storica di eventi sottoponibili al giudizio di ABF (cfr. Disp. Banca d’Italia 18.6.09 – Sistemi di risoluzione stragiudiziale delle controversie in materia di operazioni e servizi bancari e finanziari: in breve “Regolamento ABF” – Sez. I, § 4), laddove tale errore sia proseguito fin dopo il 1.1.2007. In tale ipotesi, infatti, la condotta denunciata, quanto meno in termini di reiterazione e continuazione della medesima, rientra nel termine retroattivo sopraindicato.