Collegio di Milano, 30 giugno 2010, n.646

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Responsabilità della banca / Nella fase delle trattative
  • Parole chiave: Affidamento del cliente, Individuazione dell’ammontare del credito concesso, Istruttoria, Limiti, Mutuo, Relazioni tecnico estimative, Responsabilità della banca, Riduzione
  • Estremi della decisione: Collegio di Milano, 30 giugno 2010, n.646
  • Scarica testo in pdf

 

La circostanza per cui l’esatta individuazione dell’ammontare di disponibilità del credito sia stato precisato dalla banca a pochi giorni dal rilascio, da parte dei periti incaricati dalla Banca, delle relazioni tecnico estimative sugli immobili oggetto di garanzia - le quali integravano un presupposto necessario per consentire alla banca l’esatta formulazione della propria offerta - consente di ritenere che, nell’ambito delle trattative pendenti, la riduzione comunicata dalla banca al richiedente sia stata legittima e tempestiva ed esente da censura.