Collegio di Roma, 29 ottobre 2010, n.1223

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Bonifici bancari, Conto Corrente Bancario / Scoperto di conto
  • Parole chiave: Antergazione della data valuta, Bonifico, Conto corrente, Obbligo di segnalazione, Scoperto
  • Estremi della decisione: Collegio di Roma, 29 ottobre 2010, n.1223
  • Scarica testo in pdf

 L’omessa adozione da parte dell'intermediario di un previo specifico segnale di allarme circa lo scoperto di conto che sia conseguenza delle modalità di antergazione della data valuta del bonifico, appare in contrasto con il dovere dell’intermediario di preservare gli interessi del cliente. Nè sembra che l’adozione di soluzione tecnica (invio automatico di un c.d. warning da parte del sistema), idonea ad informare specificamente l’utente circa il rischio di un possibile maggiore onere delle operazioni, possa considerarsi particolarmente onerosa per l’intermediario e dunque legittimamente impedita da un suo interesse economicamente apprezzabile, come tale meritevole di tutela.