Collegio di Milano, 10 novembre 2010, n.1254

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Responsabilità della banca / Mutuo, Mutuo / Trasparenza
  • Parole chiave: Comportamento della banca, Contratti accessori, IRS, Mutuo, Violazione delle regole di condotta
  • Estremi della decisione: Collegio di Milano, 10 novembre 2010, n.1254
  • Scarica testo in pdf

 

Non può essere ritenuto esente da censura il comportamento tenuto dalla banca - sia in fase precontrattuale, sia successivamente - laddove emerga che: a) la modulistica relativa al contratto-quadro ISDA e all’attività di copertura è stata stipulata in occasione della vicenda oggetto della controversia; b) dalla documentazione fornita non risulta che il ricorrente avesse effettuato in precedenza operazioni in derivati, né tanto meno che fosse un investitore “speculativo”; c) nonostante questo, non emerge agli atti che sia stata fornita un’informativa comparata sui differenti effetti economici che nel tempo avrebbero potuto prodursi a fronte di un’eventuale rinegoziazione del mutuo per bloccare il tasso, rispetto a quelli producibili dall’operazione di IRS effettivamente posta in essere.