Collegio di Milano, 10 novembre 2010, n.1253

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Home banking / Obblighi per la banca
  • Parole chiave: Adozione dei presidi di sicurezza adeguati, Home banking, Obbligo di diligenza professionale, Responsabilità della banca
  • Estremi della decisione: Collegio di Milano, 10 novembre 2010, n.1253
  • Scarica testo in pdf

 

In materia home banking, deve escludersi il corretto adempimento da parte dell'intermediario dell’obbligo di diligenza professionale - il quale presuppone l'adozione di tutte le precauzioni necessarie e istituisca, mettendoli a disposizione del cliente, tutti i presidi di sicurezza adeguati allo scopo e all’evoluzione scientifica e tecnologica - laddove la banca non abbia messo a disposizione della clientela gli strumenti di sicurezza più raffinati basati sul triplice codice di accesso ai servizi online.