Collegio di Milano, 24 novembre 2010, n.1353

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Responsabilità della banca / Carte di credito, Carte di credito / Obblighi per la banca
  • Parole chiave: Carta di credito, Circostanze rilevanti, Mancata custodia della carta e del PIN, Responsabilità del titolare, Utilizzo fraudolento
  • Estremi della decisione: Collegio di Milano, 24 novembre 2010, n.1353
  • Scarica testo in pdf

Laddove il numero di identificazione personale che consente di effettuare le operazioni mediante la carta di credito non è ricavabile dal suo supporto plastico, deve ritenersi che l’uso asseritamente anomalo della carta sia stato reso possibile dalla mancata custodia della carta e del PIN da parte del titolare. Il fatto generativo dell'evento lamentato da quest'ultimo è quindi avvenuto nella sua sfera di controllo e ciò esclude la responsabilità dell’intermediario.