Collegio di Milano, 27 maggio 2010, n.448

Collegio di Milano, 27 maggio 2010, n.448

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Trasparenza / Spese e commissioni
  • Parole chiave: Efficacia negoziale, Foglio informativo, Indicazione, Limiti, Spese di istruttoria, Trasparenza
  • Estremi della decisione: Collegio di Milano, 27 maggio 2010, n.448
  • Scarica testo in pdf

 

La semplice menzione della spesa nel foglio informativo (nel caso di specie, spese di istruttoria), documento avente carattere e funzione di informazione preventiva e generale, non è ovviamente sufficiente a legittimare l’applicazione del relativo onere in difetto della prova che tale onere sia stato effettivamente convenuto con il cliente nell’apposita sede contrattuale (cfr. art. 117, comma 4° TUB).

Syndicate content