WEBINAR / 25 gennaio
L’adeguatezza degli assetti aziendali nel Codice della crisi e doveri degli amministratori
ZOOM MEETING Offerta per iscrizioni entro l'11/01
WEBINAR / 25 gennaio
L’adeguatezza degli assetti aziendali nel Codice della crisi e doveri degli amministratori

TAX

Società Scritture contabili e bilancio TAX Accertamento e contenzioso

Contenzioso tributario: non rileva il limite decennale di tenuta delle scritture contabili

25 Agosto 2020
[ Cassazione Civile, Sez. V, 6 agosto 2020, n. 16752 – Rel. Locatelli, Rel. Di Marzio ]
Il contribuente che dichiari di aver dovuto sopportare dei costi ha l’onere di fornirne in giudizio, in caso d’impugnazione della rettifica adottata dall’Amministrazione finanziaria, idonea documentazione giustificativa; né può sottrarsi all’assolvimento di tale onere invocando l’insussistenza dell’obbligo di conservare le
TAX Accertamento e contenzioso

Valida la notifica dell’avviso di accertamento al legale rappresentante della società trasferita all’estero

25 Agosto 2020
[ Cassazione Civile, Sez. V, 6 agosto 2020, n. 16775 – Pres. Bisogni, Rel. Fichera ]
La cancellazione dal registro delle imprese di una società a seguito del suo trasferimento all’estero, non determina alcun effetto estintivo ex art. 2495 c.c., sicchè nell’ambito dei rapporti tributari rimangono ferme sia la titolarità passiva delle obbligazioni tributarie, che la
TAX IVA

Affitto d’azienda: le rimanenze di merce restituite non rappresentano una cessione rilevante ai fini IVA

24 Agosto 2020

Stefano Bego, Studio Legale Tributario EY

[ Cassazione Civile, Sez. V, 13 luglio 2020, n. 14864 – Pres. Bisogni, Rel. Succio ]
Le rimanenze di merce costituiscono beni a servizio dell’impresa e pertanto devono essere considerate appartenenti all’intero complesso aziendale; nel caso di affitto d’azienda pertanto, salvo diversa convenzione tra le parti, permangono in proprietà al concedente, che cede all’affittuario unicamente il
TAX IVA

La Corte UE sulla rettifica della detrazione dell’imposta operata inizialmente

3 Agosto 2020
[ Corte di Giustizia UE, Sez. IX, 28 maggio 2020, C‑684/18 – Pres. Rodin, Rel. Jürimäe ]
1) L’articolo 185 della direttiva 2006/112/CE del Consiglio, del 28 novembre 2006, relativa al sistema comune d’imposta sul valore aggiunto, dev’essere interpretato nel senso che le autorità tributarie nazionali devono imporre a un soggetto passivo una rettifica della detrazione dell’imposta

WEBINAR / 25 gennaio
L’adeguatezza degli assetti aziendali nel Codice della crisi e doveri degli amministratori
ZOOM MEETING Offerta per iscrizioni entro l'11/01
Iscriviti alla nostra Newsletter