Corporate governance, Pubblica amministrazione
08/03/2019

Società a controllo pubblico: dal CNDCEC le raccomandazioni sulla relazione sul governo societario

Il Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili ha pubblicato un documento in materia di relazione sul governo societario contenente programma di valutazione del rischio di crisi aziendale di cui all’art. 6, co. 2 e 4, d.lgs. 19 agosto 2016, n. 175 (Testo unico in materia di società a partecipazione pubblica) in funzione di quanto disposto al successivo art. 14, co. 2.

Il documento, che si rivolge secondo quanto previsto dalle suddette disposizioni alle società a controllo pubblico, è indirizzato a fornire una serie di raccomandazioni per la selezione di strumenti che consentano il monitoraggio del rischio di crisi aziendale, oltre a mettere a disposizione degli operatori un supporto, dotato del carattere di obiettività (connesso all’autorevolezza e terzietà dei professionisti coinvolti nella stesura), per facilitare l’adempimento degli obblighi di legge, anche in considerazione delle conseguenze previste in caso di inosservanza, nonché dell’interesse generale ad agevolare le società a controllo pubblico a munirsi di dispositivi idonei a favorire la tempestiva emersione della crisi e la sua corretta gestione.

In tale prospettiva, l’intento del CNDCEC è quello di fornire sia agli organi societari (in primis a quello gestorio in quanto tenuto a predisporre e approvare la relazione sul governo societario e, quindi, gravato degli oneri connessi al relativo contenuto) sia in particolare al rappresentante della Amministrazione pubblica controllante (indipendentemente dall’ordinario flusso informativo pervenuto dagli organi societari) uno strumento che metta in condizione di compiere una fondata valutazione in ordine allo stato della società sulla base di parametri la cui integrazione impone senz’altro un intervento proattivo.

Comments

Inserisci un nuovo commento

CAPTCHA
Questo passaggio serve per prevenire azioni di spam.