Array
(
    [22972] => Array
        (
            [parent] => Tax
            [childrens] => Array
                (
                    [23496] => Fiscalità di gruppo
                    [22655] => Fiscalità internazionale
                )

        )

)
Tax - Fiscalità di gruppo - Fiscalità internazionale
07/09/2017

La Corte UE sui limiti all’applicabilità dell’esenzione da ritenuta alla fonte di utili distribuiti dalla società figlia residente alla società madre non residente

Corte di Giustizia dell'Unione Europea, Sez. VI, 7 settembre 2017, C-6/16

L’articolo 1, paragrafo 2, della direttiva 90/435/CEE del Consiglio, del 23 luglio 1990, concernente il regime fiscale comune applicabile alle società madri e figlie di Stati membri diversi, come modificata dalla direttiva 2003/123/CE del Consiglio, del 22 dicembre 2003, da una parte, e l’articolo 49 TFUE, dall’altra, devono essere interpretati nel senso che ostano a una normativa tributaria nazionale, come quella di cui trattasi nel procedimento principale, che subordina la concessione dell’agevolazione fiscale prevista all’articolo 5, paragrafo 1, di tale direttiva – ossia l’esenzione dalla ritenuta alla fonte degli utili distribuiti da una società figlia residente a una società madre non residente, qualora detta società madre sia controllata direttamente o indirettamente da uno o più soggetti residenti di Stati terzi – alla condizione che essa dimostri che la catena di partecipazioni non abbia come fine principale o fra i propri fini principali quello di trarre vantaggio da tale esenzione.

Comments

Post new comment

CAPTCHA
Questo passaggio serve per prevenire azioni di spam.