Collegio di Milano, 15 ottobre 2010, n.1100

Collegio di Milano, 15 ottobre 2010, n.1100

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Cambiali
  • Parole chiave: Cambiale, Danno, Ritrovamento tardivo, Smarrimento
  • Estremi della decisione: Collegio di Milano, 15 ottobre 2010, n.1100
  • Scarica testo in pdf

 

Collegio di Milano, 30 giugno 2010, n.649

Collegio di Milano, 30 giugno 2010, n.649

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Libretti di deposito
  • Parole chiave: Al portatore, Depositi bancari, Depositi dormienti, Legittimazione, Libretto di deposito a risparmio, Smarrimento
  • Estremi della decisione: Collegio di Milano, 30 giugno 2010, n.649
  • Scarica testo in pdf

 

Laddove il cliente lamenti il mancato invio dell’invito a impartire disposizioni previsto dall’art. 3 DPR n. 116/2007 relativamente ai depositi dormienti, lo stesso, in caso di smarrimento del libretto di deposito al portatore, deve dare prova, a mezzo l’ammortamento del titolo, della sua legittimazione a pretendere il rimborso delle somme giacenti sullo stesso libretto. A tale riguardo, infatti, non sono certo sufficienti né la denuncia di smarrimento, né la pubblicazione del nominativo sulla stampa locale.

Collegio di Roma, 07 giugno 2010, n.499

Collegio di Roma, 07 giugno 2010, n.499

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Carte di credito / Obblighi per il cliente, Bancomat e carte di debito / Smarrimento e furto della carta
  • Parole chiave: Carta multifunzionale (bancomat e carta di credito), Corretta digitazione del PIN, Efficacia probatoria, Smarrimento, Utilizzo fraudolento
  • Estremi della decisione: Collegio di Roma, 07 giugno 2010, n.499
  • Scarica testo in pdf

 

Collegio di Milano, 04 giugno 2010, n.492

Collegio di Milano, 04 giugno 2010, n.492

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Carte di credito / Obblighi per il cliente
  • Parole chiave: Carta di credito, Obblighi di custodia del PIN e della carta, Presunzioni, Responsabilità del cliente, Smarrimento, Utilizzo fraudolento
  • Estremi della decisione: Collegio di Milano, 04 giugno 2010, n.492
  • Scarica testo in pdf

 

Nel caso di furto o smarrimento della carta di credito, la mancanza di elementi fattuali precisi circa le modalità (anche temporali e spaziali) dello smarrimento appare circostanza sintomatica della mancanza di ogni regola di prudenza nella conservazione della carta e del pin.

Syndicate content