Collegio di Roma, 29 ottobre 2010, n.1224

Collegio di Roma, 29 ottobre 2010, n.1224

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Credito al consumo
  • Parole chiave: Credito al consumo, Limiti, Mancata indicazione «della data di decorrenza e scadenza del prestito», Nullità
  • Estremi della decisione: Collegio di Roma, 29 ottobre 2010, n.1224
  • Scarica testo in pdf

 

Collegio di Napoli, 29 ottobre 2010, n.1204

Collegio di Napoli, 29 ottobre 2010, n.1204

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Trasparenza / Consegna di copia della documentazione
  • Parole chiave: Art. 119 TUB, Limiti, Richiesta di copia della documentazione, Trasparenza
  • Estremi della decisione: Collegio di Napoli, 29 ottobre 2010, n.1204
  • Scarica testo in pdf

 

La richiesta di copia della documentazione ex art. 119 TUB presuppone che un contratto bancario sia stato incontrovertibilmente concluso fra le parti, attenendo al diritto del cliente in fase attuativa del medesimo (“singole operazioni poste in essere”) e in ragione dell’esercizio di diritti che non possono, viceversa, costituirsi in capo all’aspirante contraente in fase pre-contrattuale.

Collegio di Milano, 10 novembre 2010, n.1249

Collegio di Milano, 10 novembre 2010, n.1249

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Apertura di credito / Spese e commissioni
  • Parole chiave: Affidato, Conto corrente, Corrispettivo sull’accordato, Limiti, Spese e diritti di commissione
  • Estremi della decisione: Collegio di Milano, 10 novembre 2010, n.1249
  • Scarica testo in pdf

 

I contenuti della commissione denominata “corrispettivo sull’accordato” devono ritenersi disciplinati dall’art. 2 bis D. L. 185/2008, che dispone, fra l’altro, le condizioni alle quali una commissione di tale natura possa essere introdotta e ritenersi legittima. In particolare, il comma 2° dell’art. 2, ha introdotto un limite quantitativo prevedendo il tetto massimo dello 0,5% per trimestre dell’importo dell’affidamento concesso. 

Collegio di Milano, 24 novembre 2010, n.1355

Collegio di Milano, 24 novembre 2010, n.1355

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Deposito titoli in amministrazione / Ritardo nel trasferimento dei titoli ad altro intermediario
  • Parole chiave: Danno risarcibile, Deposito di titoli in amministrazione, Limiti, Ritardo, Trasferimento
  • Estremi della decisione: Collegio di Milano, 24 novembre 2010, n.1355
  • Scarica testo in pdf

Collegio di Milano, 24 novembre 2010, n.1354

Collegio di Milano, 24 novembre 2010, n.1354

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Home banking / Clausole contrattuali, Home banking / Obblighi per la banca
  • Parole chiave: Benefici fiscali, Home banking, Informativa, Limiti, Operazioni di bonifico, Responsabilità della banca
  • Estremi della decisione: Collegio di Milano, 24 novembre 2010, n.1354
  • Scarica testo in pdf

Collegio di Milano, 10 novembre 2010, n.1298

Collegio di Milano, 10 novembre 2010, n.1298

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Ius variandi (art. 118 TUB) / Disciplina generale
  • Parole chiave: Art. 118 TUB, Introduzione di nuove clausole, Ius variandi, Limiti
  • Estremi della decisione: Collegio di Milano, 10 novembre 2010, n.1298
  • Scarica testo in pdf

Le “modifiche” disciplinate dall’articolo 118 del T.U.B. riguardando soltanto le fattispecie di variazioni previste dal contratto, non potendo comportare l’introduzione di nuove clausole.

Collegio di Roma, 26 aprile 2010, n.292

Collegio di Roma, 26 aprile 2010, n.292

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Carte di credito / Obblighi per il cliente
  • Parole chiave: Carte di credito, Dolo o colpa grave in capo al titolare della carta, Limitazione della responsabilità, Limiti, Utilizzo fraudolento
  • Estremi della decisione: Collegio di Roma, 26 aprile 2010, n.292
  • Scarica testo in pdf

Collegio di Roma, 26 aprile 2010, n.290

Collegio di Roma, 26 aprile 2010, n.290

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Responsabilità della banca / Mutuo, Mutuo / Surrogazione e sostituzione
  • Parole chiave: Circostanze scusati, Limiti, Mutuo, Responsabilità dell’intermediario, Ritardo, Surrogazione
  • Estremi della decisione: Collegio di Roma, 26 aprile 2010, n.290
  • Scarica testo in pdf

Rispetto al danno “da ritardo” nella gestione della pratica di surroga del mutuo non può fungere da esimente la circostanza che l’operazione eccedeva l’autonomia deliberativa dell’agenzia originariamente investita, per cui si era reso necessario trasferire la pratica all’organo deliberante superiore: infatti, la complessità organizzativa dell’impresa e l’esistenza in essa di molteplici istanze e livelli decisionali non può andare a carico del cliente e tradursi in un disagio per lui.

Collegio di Napoli, 28 aprile 2010, n.300

Collegio di Napoli, 28 aprile 2010, n.300

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Ius variandi (art. 118 TUB) / Disciplina generale, Apertura di credito / Spese e commissioni
  • Parole chiave: Apertura di credito, Art. 118 TUB, Inserimento di clausole e condizioni nuove, Ius variandi, Limiti, Spese e commissioni
  • Estremi della decisione: Collegio di Napoli, 28 aprile 2010, n.300
  • Scarica testo in pdf

Collegio di Napoli, 28 aprile 2010, n.300

Collegio di Napoli, 28 aprile 2010, n.300

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Ius variandi (art. 118 TUB) / Disciplina generale, Apertura di credito / Spese e commissioni
  • Parole chiave: Apertura di credito, Art. 118 TUB, Inserimento di clausole e condizioni nuove, Ius variandi, Limiti, Spese e commissioni
  • Estremi della decisione: Collegio di Napoli, 28 aprile 2010, n.300
  • Scarica testo in pdf

Syndicate content