Collegio di Milano, 23 luglio 2010, n.786

Collegio di Milano, 23 luglio 2010, n.786

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Apertura di credito / Disciplina applicabile, Ius variandi (art. 118 TUB) / Giustificato motivo
  • Parole chiave: Apertura di credito, Art. 118 TUB, Giustificato motivo, Insufficienza, Introduzione di una nuova voce di spesa, Ius variandi
  • Estremi della decisione: Collegio di Milano, 23 luglio 2010, n.786
  • Scarica testo in pdf

Collegio di Napoli, 15 ottobre 2010, n.1106

Collegio di Napoli, 15 ottobre 2010, n.1106

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Ius variandi (art. 118 TUB) / Disciplina generale
  • Parole chiave: Art. 118 TUB, Diritti per il cliente, Ius variandi, Limiti
  • Estremi della decisione: Collegio di Napoli, 15 ottobre 2010, n.1106
  • Scarica testo in pdf

 

L’obbligazione che ha base nell’art. 118 TUB è funzionale all’esercizio, in capo al cliente che non si determini ad accedere alla modifica proposta unilateralmente dall’intermediario, del diritto di recedere, e non anche del diritto di mantenere sine die le anteriori condizioni in assenza di ogni intendimento solutorio del rapporto.

Collegio di Milano, 01 ottobre 2010, n.1016

Collegio di Milano, 01 ottobre 2010, n.1016

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Commissione di massimo scoperto, Ius variandi (art. 118 TUB) / Obbligo di comunicazione
  • Parole chiave: Art. 118 TUB, Circostanze rilevanti, Commissione di massimo scoperto, Ius variandi, Onere della prova
  • Estremi della decisione: Collegio di Milano, 01 ottobre 2010, n.1016
  • Scarica testo in pdf

 

Collegio di Milano, 01 ottobre 2010, n.1016

Collegio di Milano, 01 ottobre 2010, n.1016

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Commissione di massimo scoperto, Ius variandi (art. 118 TUB) / Obbligo di comunicazione
  • Parole chiave: Commissione di massimo scoperto, Commissione Disponibilità Fondi, Ius variandi, Obbligo di comunicazione, Onere della prova
  • Estremi della decisione: Collegio di Milano, 01 ottobre 2010, n.1016
  • Scarica testo in pdf

 

Collegio di Milano, 01 ottobre 2010, n.1010

Collegio di Milano, 01 ottobre 2010, n.1010

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Ius variandi (art. 118 TUB) / Obbligo di comunicazione
  • Parole chiave: Contratti bancari in genere, Ius variandi, Obbligo di comunicazione
  • Estremi della decisione: Collegio di Milano, 01 ottobre 2010, n.1010
  • Scarica testo in pdf

 

Collegio di Roma, 30 settembre 2010, n.1007

Collegio di Roma, 30 settembre 2010, n.1007

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Ius variandi (art. 118 TUB) / Obbligo di comunicazione
  • Parole chiave: Commissione di Affidamento (CAF), Commissione di massimo scoperto, Invio della proposta, Ius variandi, Onere probatorio
  • Estremi della decisione: Collegio di Roma, 30 settembre 2010, n.1007
  • Scarica testo in pdf

 

A fronte della specifica contestazione del cliente di aver mai ricevuto la proposta di modifica unilaterale del contratto ai sensi dell’art. 118-bis, t.u.b., costituisce specifico onere probatorio della banca dimostrare non solo l’invio, ma anche l’avvenuta ricezione di tale comunicazione da parte del correntista. In mancanza di tale prova, la banca non può invocare nei confronti del cliente l’applicazione delle nuove condizioni e deve quindi restituire quanto addebitato a tale titolo.

Collegio di Roma, 24 settembre 2010, n.980

Collegio di Roma, 24 settembre 2010, n.980

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Commissione di massimo scoperto, Ius variandi (art. 118 TUB) / Giustificato motivo
  • Parole chiave: Commissione di Affidamento (CAF), Commissione di massimo scoperto, Giustificato motivo, Inopponibilità al cliente, Insussistenza, Ius variandi
  • Estremi della decisione: Collegio di Roma, 24 settembre 2010, n.980
  • Scarica testo in pdf

 

Collegio di Roma, 06 settembre 2010, n.903

Collegio di Roma, 06 settembre 2010, n.903

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Ius variandi (art. 118 TUB) / Obbligo di comunicazione, Carte di credito / Spese e commissioni
  • Parole chiave: Carte di credito, Ius variandi, Modalità di comunicazione, Spese e commissioni, Trasparenza
  • Estremi della decisione: Collegio di Roma, 06 settembre 2010, n.903
  • Scarica testo in pdf

 

Collegio di Roma, 06 settembre 2010, n.896

Collegio di Roma, 06 settembre 2010, n.896

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Ius variandi (art. 118 TUB) / Giustificato motivo
  • Parole chiave: Commissione di affidamento, Conto Corrente Bancario, Giustificato motivo, Inefficacia, Ius variandi, Mancanza
  • Estremi della decisione: Collegio di Roma, 06 settembre 2010, n.896
  • Scarica testo in pdf

 

Collegio di Milano, 17 settembre 2010, n.937

Collegio di Milano, 17 settembre 2010, n.937

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Ius variandi (art. 118 TUB) / Disciplina generale
  • Parole chiave: Automatismo applicativo per il cliente, Convenzione fra la banca e l'ente associativo, Ius variandi, Limiti, Modifica
  • Estremi della decisione: Collegio di Milano, 17 settembre 2010, n.937
  • Scarica testo in pdf

Syndicate content