Collegio di Milano, 02 agosto 2010, n.872

Collegio di Milano, 02 agosto 2010, n.872

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Apertura di credito / Rinnovo
  • Parole chiave: Apertura di credito, Comunicazione, Diniego, Finanziamento, Istruttoria, Limiti, Obblighi per la banca
  • Estremi della decisione: Collegio di Milano, 02 agosto 2010, n.872
  • Scarica testo in pdf

 

Relativamente all’obbligo dell’intermediario di comunicare l’esito dell’istruttoria all’interessato e sulle formalità da osservare, non si rinvengono apposite procedure che fissino i tempi e le modalità di comunicazione. Ne consegue che, la comunicazione del diniego del rinnovo del finanziamento avvenuta "per le vie brevi", non appare suscettibile di essere qualificata come illecita o illegittima.

Collegio di Milano, 02 agosto 2010, n.869

Collegio di Milano, 02 agosto 2010, n.869

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Apertura di credito / Istruttoria
  • Parole chiave: Apertura di credito, Comunicazione, Diniego, Finanziamento, Istruttoria, Limiti, Obblighi per la banca
  • Estremi della decisione: Collegio di Milano, 02 agosto 2010, n.869
  • Scarica testo in pdf

 

Relativamente all’obbligo dell’intermediario di comunicare l’esito dell’istruttoria all’interessato e sulle formalità da osservare, non si rinvengono apposite procedure che fissino i tempi e le modalità di comunicazione. Ne consegue che, la comunicazione del diniego del rinnovo del finanziamento avvenuta "per le vie brevi", non appare suscettibile di essere qualificata come illecita o illegittima.

Collegio di Roma, 19 luglio 2010, n.755

Collegio di Roma, 19 luglio 2010, n.755

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Centrale Rischi, Responsabilità della banca / Trasparenza
  • Parole chiave: Centrale dei rischi, Comunicazione, Rettifica, Ritardi, Segnalazioni errata
  • Estremi della decisione: Collegio di Roma, 19 luglio 2010, n.755
  • Scarica testo in pdf

 

Appare censurabile la condotta dell’intermediario che, pur avendo spontaneamente rettificato il valore presso la Centrale Rischi, abbia effettuato ed abbia comunicato tale rettifica soltanto oltre un mese dopo il reclamo, nonostante il cliente abbia chiaramente evidenziato l’urgenza della situazione.

Collegio di Milano, 22 giugno 2010, n.576

Collegio di Milano, 22 giugno 2010, n.576

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Finanziamento contro cessione del quinto, Indicazioni utili a migliorare le relazioni della banca con la clientela, Trasparenza / Spese e commissioni
  • Parole chiave: Comunicazione, Conteggi, Estinzione anticipata, Finanziamento con cessione del quinto dello stipendio, Indicazioni volte a favorire le relazioni fra gli intermediari e la clientela, Trasparenza
  • Estremi della decisione: Collegio di Milano, 22 giugno 2010, n.576
  • Scarica testo in pdf

 

Collegio di Roma, 10 novembre 2010, n.1262

Collegio di Roma, 10 novembre 2010, n.1262

Vai alla sezione "Arbitro bancario finanziario"
  • Categoria Massima: Ius variandi (art. 118 TUB) / Obbligo di comunicazione
  • Parole chiave: Art. 118 co. 2 T.U.B., Comunicazione, Ius variandi, On line, Onere della prova
  • Estremi della decisione: Collegio di Roma, 10 novembre 2010, n.1262
  • Scarica testo in pdf

Syndicate content