Collegio di Milano, 23 marzo 2010, n.146

Collegio di Milano, 23 marzo 2010, n.146

Torna indietro
  • Categoria Massima: Responsabilità della banca / Illegittima segnalazione ad una centrale di informazione creditizia, Centrali Rischi Finanziarie Private / Segnalazione illegittima e responsabilità
  • Parole chiave: Centrale rischi finanziari private, Criterio di liquidazione equitativa, Danno, Onere probatorio, Segnalazioni illegittime
  • Estremi della decisione: Collegio di Milano, 23 marzo 2010, n.146
  • Scarica testo in pdf

Collegio di Milano, 23 marzo 2010, n.146

Collegio di Milano, 23 marzo 2010, n.146

Torna indietro
  • Categoria Massima: Centrali Rischi Finanziarie Private / Segnalazione illegittima e responsabilità
  • Parole chiave: Centrale rischi finanziari private, Danni risarcibili, Problemi tecnici, Responsabilità per false o inesatte informazioni, Segnalazioni illegittime
  • Estremi della decisione: Collegio di Milano, 23 marzo 2010, n.146
  • Scarica testo in pdf

Collegio di Roma, 22 ottobre 2010, n.1147

Collegio di Roma, 22 ottobre 2010, n.1147

Torna indietro
  • Categoria Massima: Centrali Rischi Finanziarie Private / Preavviso di segnalazione
  • Parole chiave: Centrale rischi finanziari private, Obbligo di preavviso, Onere probatorio, Segnalazione
  • Estremi della decisione: Collegio di Roma, 22 ottobre 2010, n.1147
  • Scarica testo in pdf

 

Collegio di Roma, 22 ottobre 2010, n.1147

Collegio di Roma, 22 ottobre 2010, n.1147

Torna indietro
  • Categoria Massima: Arbitro Bancario Finanziario (aspetti procedurali) / Competenza
  • Parole chiave: Arbitro Bancario Finanziario, Cancellazione della segnalazione, Centrale rischi finanziari private, Competenza per materia
  • Estremi della decisione: Collegio di Roma, 22 ottobre 2010, n.1147
  • Scarica testo in pdf

 

L’Arbitro Bancario e Finanziario è competente a decidere sulla domanda di cancellazione della segnalazione come cattivo pagatore nella CRIF. Competenza che non esclude, peraltro, quella dell’autorità giudiziaria ordinaria, così come, per i profili relativi ad eventuali illegittimità nel trattamento dei dati personali, quella del Garante della privacy.

Collegio di Roma, 22 ottobre 2010, n.1147

Collegio di Roma, 22 ottobre 2010, n.1147

Torna indietro
  • Categoria Massima: Centrali Rischi Finanziarie Private / Ente gestore del sistema di informazione creditizia, Arbitro Bancario Finanziario (aspetti procedurali) / Legittimazione passiva
  • Parole chiave: Arbitro Bancario Finanziario, Centrale rischi finanziari private, Crif. S.p.A. e Experian S.p.A., Difetto di legittimazione passiva
  • Estremi della decisione: Collegio di Roma, 22 ottobre 2010, n.1147
  • Scarica testo in pdf

 

Difetta la legittimazione passiva in capo alla Crif. S.p.A. e Experian S.p.A., società che gestiscono le centrali dei rischi, in quanto non rientranti nella nozione di intermediario finanziario, come definita nelle disposizioni relative all’Arbitro Bancario e Finanziario.

Collegio di Roma, 22 ottobre 2010, n.1146

Collegio di Roma, 22 ottobre 2010, n.1146

Torna indietro
  • Categoria Massima: Centrali Rischi Finanziarie Private / Preavviso di segnalazione
  • Parole chiave: Centrale rischi finanziari private, Forma, Oneri probatori per l'intermediario, Segnalazioni
  • Estremi della decisione: Collegio di Roma, 22 ottobre 2010, n.1146
  • Scarica testo in pdf

 

Collegio di Roma, 13 ottobre 2010, n.1092

Collegio di Roma, 13 ottobre 2010, n.1092

Torna indietro
  • Categoria Massima: Indicazioni utili a migliorare le relazioni della banca con la clientela
  • Parole chiave: Centrale rischi finanziari private, Indicazioni volte a migliorare i rapporti fra intermediario e clientela, Obbligo di aggiornamento dei dati, Segnalazioni
  • Estremi della decisione: Collegio di Roma, 13 ottobre 2010, n.1092
  • Scarica testo in pdf

 

Al fine di fornire indicazioni volte a migliorare i rapporti fra intermediario e clientela, si evidenzia la necessità che le banche, nell’eseguire la segnalazione dei dati, relativi ai rapporti di finanziamento con i clienti, da inserire nelle banche dati gestite dalle centrali rischi private, compiano ogni sforzo richiesto dal dovere di diligenza onde sono gravate, affinché le segnalazioni siano costantemente aggiornate ed allineate alla realtà effettiva dei rapporti fra banca e cliente.

Collegio di Roma, 13 ottobre 2010, n.1092

Collegio di Roma, 13 ottobre 2010, n.1092

Torna indietro
  • Categoria Massima: Centrali Rischi Finanziarie Private / Segnalazione illegittima e responsabilità
  • Parole chiave: Centrale rischi finanziari private, Danno risarcibile, Obbligo di aggiornamento dei dati, Onere della prova, Segnalazioni
  • Estremi della decisione: Collegio di Roma, 13 ottobre 2010, n.1092
  • Scarica testo in pdf

Collegio di Napoli, 26 ottobre 2010, n.1177

Collegio di Napoli, 26 ottobre 2010, n.1177

Torna indietro
  • Categoria Massima: Centrali Rischi Finanziarie Private / Segnalazione illegittima e responsabilità
  • Parole chiave: Centrale rischi finanziari private, Danno non patrimoniale, Illegittima, Nesso di causalità, Segnalazione
  • Estremi della decisione: Collegio di Napoli, 26 ottobre 2010, n.1177
  • Scarica testo in pdf

 

La violazione dell’obbligo informativo sancito dall’art. 5 del Codice di deontologia approvato dal Garante della privacy il 16 novembre 2004 assume una funzione causale nella produzione del danno non patrimoniale del cliente le volte in cui è ragionevolmente prevedibile che l’informazione avrebbe potuto, anche per l’entità del credito reclamato dall’intermediario, evitare la segnalazione comminata (riuscendo adeguata la sollecitazione a comporre la crisi di cooperazione negoziale).

Collegio di Napoli, 15 ottobre 2010, n.1108

Collegio di Napoli, 15 ottobre 2010, n.1108

Torna indietro
  • Categoria Massima: Centrali Rischi Finanziarie Private / Segnalazione illegittima e responsabilità
  • Parole chiave: Ambito familiare, Centrale rischi finanziari private, Danno risarcibile, Limiti, Segnalazioni illegittime
  • Estremi della decisione: Collegio di Napoli, 15 ottobre 2010, n.1108
  • Scarica testo in pdf

 

Syndicate content