Format: 2019-03-19
Format: 2019-03-19
Fabio Fiorucci
Giuffrè Editore, 2012

Il protesto. Cancellazione, forme di responsabilita' e tutela d'urgenza ex art. 700 c.p.c. Terza edizione.

Indice Sommario: Capitolo 1 - Titoli di credito, cambiali e assegni: cenni essenziali; Capitolo 2 - Il protesto per mancato pagamento: caratteri generali; Capitolo 3 - Il registro informatico dei protesti; Capitolo 4 - La disciplina in materia di cancellazione dei protesti cambiari; Capitolo 5 - Privacy e protesti cambiari; Capitolo 6 - Illegittima o erronea levata del protesto: danno e forme di responsabilità; Capitolo 7 - La tutela cautelare d’urgenza ex art. 700 c.p.c.: nozioni introduttive; Capitolo 8 - Protesto illegittimo e provvedimenti d’urgenza ex art. 700 c.p.c..

Aldo Angelo Dolmetta e Antonella Sciarrone Alibrandi
Giuffrè 2012

Ius variandi bancario. Sviluppi normativi e di diritto applicato.

La figura del ius variandi dei contratti bancari, ormai da tempo entrata nel nostro ordinamento (art. 6, l. 17 febbraio 1992, n.154, poi confluito nell'art. 118 del T.u.b.), sta oggi vivendo una stagione di particolare effervescenza. Dal 2006 il legislatore è tornato numerose volte in argomento, finendo col dar vita ad una pluralità di serie normative di ius variandi fra loro comunque non ben coordinate. Un'altra ragione rilevante della crescita di interesse per la materia ha avuto, poi, l'Arbitro Bancario Finanziario, che, nei suoi primi due anni di vita, se ne occupato in un cospicuo numero di pronunce (secondo quanto risulta dal sito ufficiale del medesimo). E molto di recente la figura del ius variandi bancario è venuta a risvegliarsi pure nella giurisprudenza ordinaria (anche grazie alla nuova azione di classe ex art. 140 bis cod. cons.), lasciando ipotizzare per il futuro lo sviluppo di uno stimolante dialogo in materia fra giudici e ABF. Sulla scia di tale fermento, è nata l'idea di questo volume, per riflettere, in particolare, sugli sviluppi normativi e di diritto applicato che, appunto, il ius variandi sta vivendo in questi anni. 

AA.VV. Gianni Origoni Grippo Cappelli & Partners
Ipsoa 2012

Contratti di finanziamento bancario, di investimento, assicurativi e derivati

La Guida, strutturata in cinque parti, affronta con taglio multidisciplinare tutti gli aspetti relativi ai contratti di finanziamento bancario, di investimento, assicurativi e derivati.

La prima parte analizza gli aspetti di maggior rilievo dei contratti bancari di finanziamento, inclusi quelli a supporto dell'acquisizione di partecipazioni o assets, dei finanziamenti corporate, delle linee di credito per firma e delle altre forme di finanza straordinaria a supporto delle imprese. In questa parte si affrontano anche il credito al consumo e le altre forme di prestiti personali anche alla luce delle novità introdotte nell'ordinamento interno dalla Direttiva sul credito al consumo.

La seconda parte affronta i contratti di garanzia in uso nella prassi bancaria, quali il pegno, l'ipoteca, la fideiussione, ecc..

La terza parte affronta gli aspetti di maggior rilievo relativi ai contratti di investimento, intendendosi per essi i contratti aventi ad oggetto la prestazione di servizi ed attività di investimento.

La quarta parte tratta i contratti derivati, ivi inclusi i profili civilistici, regolamentari, fiscali e fallimentari, nonché gli standard contrattuali maggiormente utilizzati.

La quinta parte espone i principi fondamentali e i tratti caratteristici del contratto di assicurazione; vengono quindi prese in considerazione le principali tipologie di assicurazione vita e danni, con un particolare riguardo alle fattispecie più affini ai contratti finanziari e a quelle cui più frequentemente ricorrono le imprese. Particolare attenzione viene prestata ai prodotti finanziari assicurativi ed alla disciplina dell'intermediazione assicurativa.

Il volume tiene conto delle novità giurisprudenziali e legislative più recenti. Tra queste si segnalano:

- in materia di contratti finanziamento: il d.l. n. 70/2011, conv. dalla l. n. 106/2011 ("Decreto Sviluppo"), che ha modificato il TUF; il d.lgs. n. 141/2010, come poi modificato dal d.lgs. n. 218/2010, che ha introdotto novità al TUB in merito alla disciplina dei soggetti operanti nel settore finanziario, degli agenti in attività finanziaria e dei mediatori creditizi e il d.l. 6 dicembre 2011, n. 201, convertito con legge del 22 dicembre 2011, n. 214 recante "disposizioni urgenti per la crescita, l'equita' e il consolidamento dei conti pubblici";

- in materia assicurativa, le modifiche apportate dal Provvedimento ISVAP n. 2946 del 6 dicembre 2011 in materia di conflitti di interesse al Regolamento n. 5 sull'intermediazione assicurativa.

La Guida è corredata da clausole contrattuali, case history, esempi, casistica, schemi riepilogativi e approfondimenti bibliografici. Un dettagliato indice analitico rende la consultazione estremamente efficace.

Massimo Molinari
Il sole 24 ore

Basilea Zero

La crisi finanziaria cominciata nel 2007 ha messo in discussione non solo i paradigmi macroeconomici dominanti, ma anche i comportamenti degli operatori e gli schemi di vigilanza. Questo libro evidenzia come il framework di vigilanza e i modelli utilizzati da banche e agenzie di rating abbiano contribuito a creare la gigantesca bolla creditizia dei mutui residenziali. La linea di continuità metodologica con il passato, seguita dalla pubblicazione delle nuove regole di vigilanza, Basilea 3, e dalle altre riforme, non sembra la soluzione migliore per arginare il dissesto. La proposta è di creare Basilea 0, un mondo in contrasto con il recente passato, con una vigilanza del sistema basata su poche regole semplici e di difficile elusione, che riguardano non solo le banche ma tutto il sistema finanziario.

Reuven Avi-Yonah, Nicola Sartori e Omri Marian
Oxford University Press

Global perspectives on income taxation law

“Global perspective on income taxation law”, di Reuven Avi-Yonah, Nicola Sartori e Omri Marian, è un libro di diritto tributario comparato, edito, nel 2011, dalla Oxford University Press. Il libro è diviso in 9 capitoli ed è destinato a coprire gli argomenti standard che caratterizzano un corso di diritto tributario di base, senza però soffermarsi in dettaglio sul diritto positivo di alcuno Stato, ma comparando alternative di policy fiscale.

L’analisi non vuole riproporre una mera giustapposizione di dati, bensì intende utilizzare metodo e ordine sistematico al fine ultimo di comparare, in relazione a determinate problematiche fiscali, le soluzione adottate nei differenti ordinamenti.

Lo studio del diritto tributario comparato ha molteplici scopi. Esso può servire come strumento per promuovere riforme fiscali di successo, comprendere valori culturali, analizzare fenomeni di armonizzazione o integrazione fiscale, o, semplicemente, come strumento utile ad una migliore comprensione della leggi fiscali nazionali.

Il primo capitolo descrive i metodi di comparazione del diritto tributario: i metodi basati su fattori culturali si contrappongono ai metodi funzionalisti (l’analisi per formanti, la circolazione dei modelli e l’analisi economica del diritto).

Il secondo capitolo è dedicato alla definizione di reddito imponibile: ad ordinamenti fiscali che definiscono il reddito imponibile in modo globale (ad esempio quello statunitense) si contrappongono ordinamenti che definiscono il reddito per categorie (ad esempio quello italiano).

Il terzo capitolo è dedicato all’analisi comparata dei principi generali di deducibilità dei componenti negativi di reddito, oltre che delle spese di carattere personale.

Il quarto capitolo contrappone il modello di tassazione su base individuale a quello su base familiare.

Il quinto capitolo analizza la definizione di periodo fiscale e l’imputazione a periodo dei componenti positivi e negativi di reddito.

Il sesto capitolo analizza il trattamento fiscale dei capital gains, soffermandosi sui concetti di realizzo e di valore fiscalmente riconosciuto.

Il settimo capitolo analizza il concetto di elusione fiscale, comparando gli strumenti di contrasto all’elusione tipici dei Paesi di common law e quelli dei Paesi di civil law.

L’ottavo e il nono capitolo trattano, rispettivamente, la fiscalità societaria e la fiscalità internazionale.

“Global perspectives on income taxation law”è pertanto un libro indirizzato a studenti, accademici e professionisti, che, nello studio del diritto tributario (domestico o internazionale), ritengono necessario, come noi, adottare una prospettiva di analisi comparatistica.

Simone Vezzani
G. Giappichelli Editore - Torino, 2011

Gli accordi delle Organizzazioni del Gruppo della Banca Mondiale

Abbreviazioni. – Introduzione. – I. Le Organizzazioni finanziarie del Gruppo della Banca mondiale. – II. Tipologie di accordi stipulati dalle Organizzazioni del Gruppo. – III: Diritto applicabile agli accordi. – Sez. I: Accordi con Stati e organizzazioni internazionali. – Sez. II: Contratti con privati. – Sez. III: Il diritto interno delle Organizzazioni del Gruppo applicabile ai loro accordi. – IV. Limiti imposti dal diritto internazionale alla libertà contrattuale delle Organizzazioni e problemi di responsabilità internazionale. – V. Soluzione delle controversie. – Sez. I: Meccanismi di soluzione delle controversie scaturenti da accordi con Stati e con organizzazioni internazionali. – Sez. II: Meccanismi di soluzione delle controversie scaturenti da contratti con privati. – Sez. III: Rilevanza dell’interpretazione effettuata dalle Organizzazioni del Gruppo dei rispettivi trattati costitutivi e del proprio diritto interno ai fini della soluzione delle controversie scaturenti dagli accordi in esame. – Conclusioni. – Indice Analitico. – Indice della giurisprudenza. – Bibliografia essenziale.
Daniele Maffeis
G. Giappichelli Editore - Torino, 2011

I contratti dell'intermediazione finanziaria

I. La natura e la struttura. – II. La forma. – III. Il conflitto di interessi. – IV. I rimedi. – V. I contratti derivati.

Filippo Sartori
Cedam, 2011

Informazione economica e responsabilità civile

Il volume analizza le regole di diritto privato utilizzate per governare l’economia della finanza, soffermandosi sul problema dell’effettività e della forza del diritto. L’opera ricostruisce quindi i diversi modelli di responsabilità civile in tema di illeciti da informazione inesatta, occupandosi, fra l’altro, del tema della nuova responsabilità da prospetto nella prospettiva degli amministratori, del responsabile del collocamento, della società di revisione, del dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari, nonché della Consob. L’ultima parte del lavoro affronta, in chiave comparativa, la disciplina dell’azione di classe in vigore dal primo gennaio 2010.

AA. VV.
Cedam, 2010

La mediazione nelle controversie civili e commerciali: COMMENTARIO

L’opera si propone di fornire, nella struttura del commentario per articoli, una prima interpretazione delle norme introdotte in materia di mediazione finalizzata alla conciliazione delle controversie civili e commerciali dal d.lgs. 4 marzo 2010, n. 28.L’opera è un commento articolo per articolo del recentissimo decreto legislativo 4 marzo 2010, n. 28, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 5 marzo 2010.

Fulvio Cortese e Filippo Sartori
Edizioni ETS - Pisa, 2011

Finanza derivata, mercati e investitori

L'antologia raccoglie contributi provenienti da qualificati studiosi di diversa estrazione (civilisti, amministrativisti, economisti, comparatisti, analisti finanziari) sul tema dei prodotti finanziari derivati.