Decisione Parole chiave
Collegio di Milano, 19 novembre 2010, n.1331 Indicazioni volte a favorire il rapporto fra intermediari e clienti, Informativa al cliente, Trading on line
Collegio di Napoli, 19 novembre 2010, n.1339 Autonomia decisionale dell’intermediario, Istruttoria, Mutuo, Trasparenza
Collegio di Roma, 29 ottobre 2010, n.1198 Assistenza e informazione al cliente, Carte di credito, Indicazioni utili a favorire le relazioni tra intermediari e clienti, Revolving
Collegio di Roma, 13 ottobre 2010, n.1092 Centrale rischi finanziari private, Indicazioni volte a migliorare i rapporti fra intermediario e clientela, Obbligo di aggiornamento dei dati, Segnalazioni
Collegio di Napoli, 12 ottobre 2010, n.1069 Diniego, Finanziamento, Indicazioni utili per favorire i rapporti fra clienti ed intermediari, Obblighi per l'intermediario, Richiesta
Collegio di Milano, 01 ottobre 2010, n.1028 Ammortamento, Fondiario, Indicazioni utili a favorire i rapporti fra intermediari e clientela, Metodo di ricalcolo applicato, Mutuo, Trasparenza
Collegio di Roma, 30 settembre 2010, n.1001 Cambiale, Indicazioni volte a favorire i rapporti fra intermediario e clientela, Protesto, Trasparenza
Collegio di Roma, 27 settembre 2010, n.984 Indicazioni volte a favorire le relazioni tra intermediari e clienti, Mutuo, Trasparenza
Collegio di Milano, 23 settembre 2010, n.969 Concessione, Credito al consumo, Indicazioni volte a favorire le relazioni tra gli intermediari e la clientela, Pubblicità
Collegio di Roma, 09 agosto 2010, n.879 Finanziamento, In bianco, Indicazioni volte a favorire i rapporti fra clienti e intermediari, Principi di correttezza e di buona fede, Restituzione, Titolo cambiario, Violazione

Con Disposizioni del giugno 2009 la Banca d’Italia ha reso obbligatorio per le banche e gli altri intermediari finanziari l’adesione all’Arbitro Bancario Finanziario, sistema stragiudiziale di risoluzione delle liti con i clienti relative ad operazioni e servizi bancari e finanziari.

Come precisato dalla stessa Banca d’Italia, gli intermediari sono quindi tenuti a dotarsi di adeguate strutture organizzative e procedure interne che garantiscano che l’ufficio o il responsabile della gestione dei reclami si mantenga costantemente aggiornato in merito agli orientamenti seguiti dall’Arbitro Bancario Finanziario, valutando i reclami pervenuti anche alla luce di tali orientamenti e verificando se la questione sottoposta dal cliente rientri in fattispecie analoghe a quelle già decise da quest’Organismo e considerando le soluzioni adottate in tali casi.

Al fine di facilitare al massimo questa attività di aggiornamento e di verifica, Diritto Bancario mette a disposizione la sezione dell’ "Arbitro bancario finanziario", contente un massimario completo delle decisioni dello stesso Arbitro, catalogate per argomento specifico e per parole chiave, e facilmente consultabili attraverso la ricerca per albero tematico e la ricerca libera sul testo delle “motivazioni” delle diverse decisioni.